Lunedì, 25 Set 2017
 
 
Approfondimenti
Mettiamoci in gioco

di Matteo Truffelli da azionecattolica.it

Come ogni anno, la festa dell’adesione dell’8 dicembre offre l’opportunità all’Azione cattolica di ridire pubblicamente il significato e le ragioni della scelta che ciascun socio compie di anno in anno, decidendo di camminare dentro la Chiesa e nel mondo condividendo in maniera forte con altri laici la responsabilità per la missione evangelizzatrice. È una festa in cui raccontare la bellezza di un modo di vivere la Chiesa che arricchisce la vita di tante persone, di tante famiglie, di tante comunità.

L’8 dicembre, inoltre, rappresenta per tutta l’associazione l’occasione per fare un piccolo punto sul cammino intrapreso, per capire insieme come rendere l’Ac sempre più popolare e innovativa, sempre più capace di coinvolgere persone di ogni età, ragazzi, giovani e adulti, in un’esperienza di Chiesa gioiosa, credibile, intensa, capace di accogliere e farsi carico della vita di ciascuno, a partire da coloro che più degli altri devono fare i conti con le fatiche del vivere. Per essere un’associazione inquieta dentro una Chiesa inquieta, potremmo dire richiamando il discorso rivolto da Papa Francesco a tutta la Chiesa italiana a Firenze.

Proprio dal Convegno ecclesiale vissuto da poco l’Ac esce incoraggiata a proseguire lungo la strada sulla quale si è incamminata in questi anni, alla ricerca dei modi per dare concreta attuazione alle indicazioni contenute nella Evangelii gaudium. Una strada su cui è in cammino anche la Chiesa italiana. Con un po’ di fatica, forse, a volte con qualche timore di troppo, ma desiderosa di far emergere, coltivare e portare a maturazione un vissuto ordinario già fortemente intessuto di quella capacità di ascolto, accoglienza e cura a cui Francesco ci richiama con tanta forza.
leggi tutto

 

 
Una grammatica delle relazioni PDF Stampa E-mail

di Giovanni Grandi da azionecattolica.it


Riflettere sulla famiglia significa riprendere contatto con la grammatica fondamentale delle relazioni. Come spesso accade in molti frangenti della vita, si ritorna a sfogliare il “manuale di base” quando le situazioni sembrano sfuggire di mano, quando gli strumenti di sempre sembrano non bastare più per affrontare e risolvere problemi che appaiono nuovi. Con la dimensione-famiglia sta accadendo qualcosa di simile: davvero – accade di chiedersi – è il luogo dell’amore, con tutte le esperienze faticose e di fallimento che si incontrano? È cambiato qualcosa in tempi recenti o semplicemente oggi le fatiche e i collassi dei legami hanno smesso di essere occultati? D’accordo che è il primo luogo dell’educazione, ma guarda alle volte come i figli vengono su diversi…

Ogni persona che incontriamo è un ritratto di famiglia, ed è vero che questi innumerevoli volti raccontano storie così disparate che risulta difficile isolare astrattamente gli ingredienti che dovrebbero assicurare la riuscita di un’esperienza familiare o, viceversa, annunciarne da lontano la rovina. Quel che si può fare è, appunto, provare a ritornare alla grammatica di base e provare a meditare sui grandi snodi antropologici che – da sempre – si articolano a partire dal “formato famiglia”.

Il libro della Genesi rappresenta una delle fonti più interessanti per un richiamo all’essenziale, perché attraverso i due grandi racconti della caduta dei progenitori e dell’uccisione di Abele fa prendere contatto immediatamente con il problema delle relazioni interpersonali e insieme con le sue due principali declinazioni. Entrambe le storie mostrano infatti il dramma dell’opacità nelle relazioni e del loro deteriorarsi: proprio in famiglia, coloro che pur essendo diversi si attendevano di poter essere intimi ad un certo punto si scoprono estranei e avversi.

leggi tutto

 

 
La famiglia e la sua missione

In occasione del Sinodo dei Vescovi “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo” è importante rileggere alcuni passaggi significativi dell’instrumentum Laboris. Sono molteplici i temi sul tavolo

Può contribuire al riconoscimento del ruolo determinante delle donne una maggiore valorizzazione della loro responsabilità nella Chiesa: il loro intervento nei processi decisionali; la loro partecipazione, non solo formale, al governo di alcune istituzioni; il loro coinvolgimento nella formazione dei ministri ordinati”. È una delle novità dell’Instrumentum laboris, in cui è inserito un paragrafo apposito sul “ruolo delle donne”, partendo alla consapevolezza che “la condizione femminile nel mondo è soggetta a grandi differenze che derivano da fattori culturali”. “Di fronte all’insorgere della difficoltà, anche grave, di custodire l’unione matrimoniale, il discernimento dei rispettivi adempimenti e delle relative inadempienze dovrà essere lealmente approfondito dalla coppia con l’aiuto della comunità, allo scopo di comprendere, valutare e riparare quanto fu omesso o trascurato da entrambe le parti”. Si auspica che “nelle diocesi si promuovano dei percorsi di coinvolgimento progressivo per le persone conviventi o unite civilmente”. Il testo conferma l’impostazione della “Relatio Synodi”,riguardo all’approccio pastorale da tenere verso le persone che hanno contratto matrimonio civile, che sono divorziati e risposati o che semplicemente convivono, e propone di “istituire centri specializzati dove sacerdoti e/o religiosi imparino a prendersi cura delle famiglie, in particolare di quelle ferite, e si impegnino ad accompagnare il loro cammino nella comunità cristiana, la quale non è sempre preparata a sostenere questo compito in modo adeguato”. Nelle diocesi, è la proposta nel dettaglio, devono essere “garantiti, in maniera gratuita, i servizi di informazione, consulenza e mediazione collegati alla pastorale familiare, specialmente a disposizione di persone separate o di coppie in crisi”. “Un servizio così qualificato – si legge nel documento – aiuterebbe le persone a intraprendere il percorso giudiziale, che nella storia della Chiesa risulta essere la vita di discernimento più accreditata per verificare la reale validità del matrimonio”. Necessario, a questo proposito, “un incremento e un maggior decentramento dei Tribunali ecclesiastici, dotandoli di personale qualificato e competente”.

Leggi tutto...
 
In Gesù Cristo, il nuovo umanesimo PDF Stampa E-mail

di Giuliana Sberna

A Firenze, dal 9 al 13 novembre, poco dopo la conclusione del Sinodo ordinario dei vescovi sulla famiglia, si celebrerà il V Convegno nazionale della Chiesa in Italia.

Come i precedenti convegni ecclesiali decennali, vuole essere un incontro che raduna i delegati delle Chiese locali italiane per un confronto sulla realtà, la presenza e il ruolo del cattolicesimo in Italia.

Il tema è: «In Gesù Cristo, il nuovo umanesimo» e si propone di fare il punto sul cammino di fedeltà al rinnovamento promosso dal Concilio e aprire nuove strade all’annuncio del Vangelo come tracciato nell’ Evangelii Gaudium, la cui dichiarata intenzione è proprio quella di trovare «vie nuove al cammino della Chiesa nei prossimi anni» (EG 1).

Il documento guida, la Traccia, di preparazione al Convegno ecclesiale, è un testo breve, corredato di immagini fotografiche suggestive, a cui si è giunti attraverso un processo di ascolto, ascolto di tante voci: quelle del Comitato (che rappresenta tutte le diocesi italiane) e quello delle narrazioni che da tutta Italia, sollecitate dall’invito, sono pervenute da parte di diocesi, associazioni, movimenti, parrocchie, ordini religiosi.
Oltre ai contenuti esso indica  uno stile preciso, quello dell’annuncio,  e un metodo ecclesiale che per Papa Francesco è un metodo sinodale.
Alla Conferenza Episcopale Italiana, nel maggio dello scorso anno, il Papa auspicava in maniera esplicita: «Il discernimento comunitario sia l’anima del percorso di preparazione al Convegno ecclesiale nazionale di Firenze nel prossimo anno: aiuti, per favore, a non fermarsi sul piano – pur nobile – delle idee, ma inforchi occhiali capaci di cogliere e comprendere la realtà e, quindi, strade per governarla, mirando a rendere più giusta e fraterna la comunità degli uomini”.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 31